News giuridiche

Torna indietro

In caso di morte violenta del proprio animale domestico è risarcibile il danno morale al proprietario?

Il Tribunale di Parma con sentenza del 02/05/2018 ha ritenuto risarcibile il solo danno patrimoniale corrispondente al valore del cane di quella razza, età ed addestramento ma non il danno morale ritendolo risarcibile solo quanto la perdita dell’animale da affezione sia dovuta ad un fatto costituente reato ( da escludersi nel caso di specie).

In particolare il Tribunale di Parma ha richiamato la giurisprudenza di legittimità prevalente secondo cui  vi è un danno morale risarcibile soltanto qualora il fatto che ha determinato il decesso dell'animale costituisca almeno astrattamente una fattispecie di reato ( in base a tale orientamento il Tribunale di Milano ha ritenuto risarcibile il danno causato da un soggetto che ha  causato la morte di un animale tramite la somministrazione di una polpetta avvelenata (o tramite l'esplosione di molteplici colpi con una pistola ad aria mentre è stato negato l'indennizzo in svariate ipotesi in cui il decesso è stato determinato da un investimento involontario.

 

 

In caso di morte violenta del proprio animale domestico è risarcibile il danno morale al proprietario?